Internet si è Fermato, di Nuovo. È Ora di Cambiare

Internet si è fermato. Di nuovo.
Martedì un problema dei servizi web Amazon è risultato nel malfunzionamento di un grande numero di siti web e servizi web-based che si appoggiano a queste piattaforme, rendendoli così inaccessibili ed inutilizzabili per alcune ore.
Già lo scorso luglio 2016 le temperature molto alte avevano causato alcuni errori nel funzionamento dei servizi di Nest, tanto da impedire alle persone di regolare i propri termostati di casa in remoto. Anche nel caso di Amazon, le vittime sono state molte, e un grande numero di dispositivi connessi ai servizi di IFTT – dai forni domestici agli allarmi – sono diventati incontrollabili.
Non è passato molto tempo da un’altra crisi che ha colpito Internet, quando un provider DynDNS è stato colpito duramente da un attacco DDoS (basato su un botnet di dispositivi IoT), risultato in conseguenze simili: tra le vittime, Spotify, Netflix e Twitter.
Si tratta di una serie allarmante di eventi di portata globale che non avranno fine. 
C’è una ragione: l’architettura dei servizi basati su Cloud ha raggiunto il punto di rottura e sta mostrando i primi segni di cedimento.
Al Cloud si possono ricondurre molti vantaggi sul breve termine, come scalabilità, rapidità di utilizzo ed efficienza dei costi, tanto che ogni servizio di Internet lo utilizza per le proprie operazioni di backend.
Questa abitudine deve avere una fine.
Il Cloud infatti non può reggere alla crescita esponenziale degli oggetti connessi ad Internet e di tutti i servizi web-based che emergeranno nei prossimi anni.
Internet deve attraversare una profonda rivoluzione verso una condizione in cui il Cloud continuerà ad esistere, ma in cui esisterà anche una nuova architettura che si basa sull’accesso più efficiente alle reti.
Grazie all’Edge Computing, la tecnologia di Caligoo, di cui Guglielmo è il principale reseller, è in grado di distribuire i contenuti in locale, avvalendosi solo tangenzialmente del Cloud, e garantendo così costante e prolungata disponibilità d’accesso, performance e sicurezza. Una visione originale ed innovativa, che è costantemente confermata dagli eventi più recenti.
Per saperne di più, leggi come Nicola Iotti, CTO di Caligoo, pensa che il futuro di Internet si basi proprio su un’architettura di accesso alle reti più intelligente.